Food and Wine Marketing | Risorse e Strategie

Food and Wine Marketing | Risorse e Strategie

One comment

La ricerca di uno spazio sul web in cui collocare e far crescere la propria attività recettiva con una parte dedicata alla ristorazione e/o al commercio di prodotti enogastronomici mantenendo unicità e carattere comporta un certo impegno,studio e strategia. Il medesimo discorso vale per aziende di ristorazione che non prevedono il servizio di alloggio quali ad esempio bar, ristoranti, enoteche ect.

Annunci

Si parla oramai con apparente dimestichezza di Food & Wine Marketing termine indicato per raccogliere in modo coerente e funzionale tutte quelle azioni utili alla promozione della propria realtà aziendale. I social network partecipano alle operazioni con la consueta virale forza in grado di elevare o oscurare l’immagine online di un brand in poco tempo. Immaginare però che fotografare o riprendere con la videocamera i prodotti ed i servizi che intendiamo offrire sia utile in quanto fatto a se stante è fuorviante se non potenzialmente deleterio.

Il Food and Wine Marketing deve essere considerato un tassello all’interno di una ampia e strutturata social media strategy.

Il cibo ed il vino (con buona crescita del mercato delle birre artigianali) diventano nei loro assaggi food experience da immortalare e quindi, come tali, da condividere con i propri amici e contatti, proprio come una vacanza. La proliferazione di blog e profili social appartenenti alla categoria con relativi food blogger sempre più preparati e richiesti come influencer celebrity ci racconta che non è certo scoperta di questi giorni l’interesse ritrovato per il mondo intenso e magico dell’enogastronomia.

Annunci

Troviamo disponibili su internet ed in libreria interessanti manuali per un’ottimale creazione della scena da fotografare con calcoli precisi degni di Archimede, troviamo attrezzature fotografiche non poco costose per creare le stesse scene con la giusta luce e la perfetta angolazione, troviamo intere gallery all’interno di piattaforme online in cui il cibo ed il vino diventano arte da esposizione di ritrovata bellezza.

Annunci

Le mode corrono sul web ed in particolare sui social network ma ogni zona geografica ha per sua natura peculiarità che determinano usi e costumi differenti,quindi,ancora una volta, lo studio del territorio e del mercato in senso ampio si mostrano alla base di qualsiasi progetto imprenditoriale. Non sempre i budget a disposizione sono tali da consentire le citate attrezzature o la partecipazione di influencer del settore, sarà importante ancora una volta che la strategia di social media marketing adottata sia professionale e lungimirante, comprensiva di competenze e tecniche del settore.

Importante riconsiderare ed attualizzare il concetto di cliente che ormai sempre più informato ed influenzato dai contenuti visualizzati e “vissuti” sui social media prende il nome più moderno di foodie.

Annunci

I foodies sono spesso in contatto tra loro all’interno di community tematiche come i gruppi di Facebook o di semplici hashtag di categoria su Instagram e giocano, non senza strumenti di valutazione, ad imitare le giurie di grandi chef visti in tv con recensioni su Tripadvisor. Acquistano e condividono esperienze che coinvolgono la sensorialità e non più semplici prodotti, ne consigliano la condivisione e ne evidenziano le fragilità con eguale enfasi.

I foodies sono i nostri interlocutori ed individuare la nicchia (il target) a cui rivolgere la nostra attenzione è essenziale. Conosciamo oramai la viralità dei messaggi che corrono sul web e abbiamo imparato l’importanza della reputazione online perciò monitorare e fidelizzare devono essere i nostri propositi fin dal risveglio.

Annunci

Forse la riscoperta delle vigne e delle cantine di famiglia con visite guidate ed accompagnamenti di cibi pensati per valorizzarne le essenze non sarebbero ritornate così prepotentemente alla ribalta senza la possibilità di condividerne i momenti e di geolocalizzare se stessi in paradisi terrestri ricchi di profumi e melodie di gusto. Non da sottovalutare il mercato crescente delle cerimonie con tanto di celebrazioni religiose e civili in loco come risultato della forte onda mediatica in corso da tempo.

La costruzione della nostra identità di brand cioè della nostra autentica e inimitabile realtà dovrà seguire le regole semplici dello storytelling con particolare attenzione al visual content cioè quei contenuti fatti di immagini e video che sappiano descrivere in modo pulito la nostra filosofia ed il processo di creazione dei nostri servizi e dei nostri prodotti. Sempre importante ma in questo caso più che mai la cura dei dettagli e dell’estetica. I filtri serviranno a regolare i colori per evocare sensazioni e ricordi ma non cureranno eventuali mancanze e distrazioni. Si condivide ciò che è adatto e utile non ciò che abbiamo appena deciso di immortalare.

Annunci

Spesso i prodotti di grande distribuzione arrivano a più aziende dallo stesso fornitore ma i risultati in termini di vendita e di notorietà delle attività possono essere completamente opposti. Essere migliori dei competitors è un buon proposito ma non sempre è possibile attraverso le materie prime a disposizione ed in quel caso dobbiamo solo essere i più convincenti e sempre coerenti con la filosofia dell’azienda che ha saputo conquistare il pubblico.

Una strategia di social media marketing che sia strutturata e bilanciata tra condivisione organica e sponsorizzata (con campagne ads) che sia coinvolgente e capillare è alla base di una filosofia aziendale di successo. I profili aziendali, ben organizzati e mai troppo personali, racconteranno l’azienda e la sua squadra senza mai cadere nell’egocentrismo personale, sempre di dubbio gusto (qui alcune regole sempre valide) ma saprà bilanciare la professionalità di ciascuno. Importante ricordare che i componenti dello staff sono i primi brand ambassador di un’azienda.

Annunci

Fondamentale sarà l’interazione col pubblico costantemente in linea diretta per informazioni, prenotazioni ed eventuali vendite o consegne dei prodotti. Inserire una linea Whatsapp nel sito, nella vetrina e.commerce e nei profili social aziendali è importantissimo ed è altrettanto importante essere onesti sugli orari dedicati ai contatti, non scriviamo “sempre disponibili” se in realtà non è così.

Fare un buon lavoro offline è il nostro primo biglietto da visita che ci farà da ancora nel complicato mondo delle recensioni online.

Annunci

La maestria nella trasformazione della materia prima, gusto per l’estetica e l’amore per ciò che si fa sono tra i primi essenziali fondamenti di un’azienda di successo nel complicato e magico mondo dei social media. Scegliere con cura il professionista a cui affidare la costruzione della realtà aziendale sul web ed il budget utile alla sua crescita sono elementi destinati a rivelarsi di forte impatto nel medio e lungo periodo.

Scegliere il linguaggio adatto al pubblico e mantenerlo coerente nell’affrontare i cambiamenti del tempo, scegliere i canali di condivisione con un’efficiente piano editoriale capace di creare un engagement fruttuoso e crescente con i giusti adeguamenti stilistici (crossmedialità) sono capacità da non improvvisare o da considerare part time.

Annunci

Sulle le mie bacheche Pinterest trovi raccolte di foto, video ed interessanti tutorial dal web sul Food and Wine Marketing i cui link ti rimanderanno ai legittimi autori.

Seguimi sui miei canali Social

    

1 comments on “Food and Wine Marketing | Risorse e Strategie”

I commenti sono chiusi.