Social Rules | Le Buone Maniere sul Web

Posted by

Tra le poche, anzi pochissime, certezze che mai passano di moda ci sono le buone maniere cioè quell’insieme di comportamenti verbali e non verbali che caratterizzano il cosiddetto galateo di cordialità e di eleganza nei modi e nei toni utilizzati nei più svariati contesti della quotidianità.

Annunci

Il mondo dei social network racconta in modo diretto e senza filtri il bagaglio di buone maniere di chi si cela, neanche troppo velatamente, dietro le tastiere. La comunicazione costruisce parte importante dei suoi pilastri online tra profili social, pagine aziendali e siti web. Le semplici e rigide regole di buona educazione che ci hanno insegnato da piccoli costituiscono la prima fondamentale eredità da tramandare alle nuove generazioni senza spazio a deroghe di modernità.

Dal comportamento da tenersi a tavola, al volume della voce passando dal saluto al nostro ingresso e attraversando un mondo di buon gusto che con facilità si plasma ai decenni ed alle mode che si susseguono senza perdere mai importanza e imperatività.

Lo sbarco sui social network che nell’ultimo decennio vede miliardi di utenti riversarsi sul web per crescita aziendale, per connettersi con persone nuove o perse di vista, per acquisti, per giochi online e così via rappresenta un luogo nuovo in cui applicare regole conosciute.

Annunci

Allo stesso modo in cui esistono soggetti resistenti ai comportamenti di comune civiltà nei luoghi fisici così ci scontriamo ogni giorno con presenze sui social che mancano a qualsiasi regola base di comportamento. Per quei soggetti che vivono il web a scopo offensivo e delatorio utilizzando false identità è possibile ricorrere alla polizia postale per avviare le indagini e le conseguenti azioni previste. Ma tanti, forse troppi, permangono in maniera rozza senza tuttavia superare quel limite previsto dalla legge.

Per un’azienda che sceglie, al passo con i tempi, di essere attiva su internet è fondamentale all’interno di una strategia di social media marketing strutturata e professionale che la presenza sia all’interno di un quadro di educazione e buon gusto capace di accrescere l’interesse e la garbata necessità di volere fare parte di qualcosa che sia realmente valido e bello per il cliente che si avvicina.

Quali sono i comportamenti che rendono raffinata la nostra presenza sul web?

Annunci

Essere attivi sui social media ed essere competitivi sul mercato non deve mai consistere in scorrettezze o in esagerazioni. La prima regola riguarda proprio la base della nostra educazione. Considerare i competitors come vicini di casa e mai come avversari, ottenere attenzione e pubblico attraverso la costruzione di una strategia social non prevede mai nella maniera più assoluta lo screditamento di altri soggetti.

Abbiamo visto quanto sia fondamentale la reputazione online per un’azienda e quanto la gestione dei canali diretti di comunicazione si rivelino di aiuto. Rispondere a tutti i commenti in tempi accettabili, in modo personale ed educato è il primo contatto indiretto con l’osservatore silenzioso che valuterà se avvicinarsi a noi.

Annunci

Ricordiamoci che dietro richieste, e.mail, commenti o recensioni ci sono persone. Le regola della comunicazione H2H cioè human to human (da umano a umano) si rivolge alla persona prima che al cliente (non è così scontato come sembra!) creando prima una relazione basata sull’empatia e sulla comprensione utilizzando il giusto ToV, tono di voce.

Se all’interno del nostro calendario editoriale abbiamo inserito la condivisione di post o articoli di attualità è sempre buona regola citare la fonte. Importantissimo e mai superfluo da ricordare che è assolutamente sconsigliata la condivisione di fake news. Atteggiamenti grossolani come questo influiscono non poco sulla considerazione del pubblico e sono difficilmente cancellabili.

Poco indicati anche gli atteggiamenti polemici verso istituzioni o altri soggetti, non dimentichiamo di offrire leggerezza e ottimismo con la nostra presenza sul feed.

Annunci

Se effettuiamo iscrizioni ai gruppi in cui confrontarci sulla nostra materia aziendale o in cui incontrare potenziali clienti ricordiamoci sempre di leggere il regolamento e rispettarlo dopo esserci presentati con un primo post di saluto. Non trasformare ogni azione sui social network in un volantino del supermercato ci renderà più veri e autorevoli. Scegliamo di commentare i post con garbo e senza polemica, vendere servizi o prodotti non ci rende degli automi.

Annunci

Ricordare di non confondere profili aziendali e professionali è sempre buona norma di raffinatezza. Ho assistito pochi giorni fa, contro il mio volere, al video del bagno in piscina con décolleté a favore di telecamera della titolare di una struttura recettiva postato sul profilo aziendale con non poca supponenza. Urtata da tanto cattivo gusto ho smesso di seguire il profilo. Non confondiamo la meravigliosa potenza dello storytelling con l’egocentrismo più rozzo.

Annunci

Offriamo a noi stessi il primo feedback positivo nel momento in cui scegliamo di esserci con classe, con discrezione ed eleganza. Esserci senza volere per forza eccedere o colpire. Esserci per raccontare una storia, la nostra storia, nella quale sono invitati tutti quegli spettatori capaci di cogliere la differenza e la sostanza della nostra brand identity.

Sempre curiosa di conoscere la tua opinione aspetto un tuo commento qui sotto oppure privatamente qui

Puoi prenotare la tua consulenza gratuita compilando il modulo qui sotto.

Seguimi sui miei Canali Social

Annunci